La solidarietà

L’obiettivo è raccogliere quanti più fondi possibili per sostenere le realtà locali (società o associazioni) che si stanno impegnando per coinvolgere i giovani nella pratica sportiva. Le immagini propongono scenari desolanti e i lavori saranno lunghi, ma quello che alla fine della nostra fatica potremo consegnare nelle mani dei tre sindaci sarà un contributo valido per la ricostruzione e più ancora per fargli sentire la nostra vicinanza.

Dopo aver valutato alcune delle realtà presenti sul territorio, la scelta è perciò caduta su tre iniziative.

1) A Posta, il paese che darà nuovamente la partenza a #NoiConVoi, la necessità di installare prefabbricati per fare fronte all’emergenza terremoto ha privato i bambini di uno spazio sicuro in cui andare in bicicletta e pattinare. Così la Pro Loco del paese ha messo in cantiere una pista ovale di circa 100 metri (larghezza costante di 3 metri) da ricavare in uno spazio verde a ridosso della via Salaria e protetto da guard-rail e recinzione, in cui i bambini potranno muoversi al sicuro dalle auto. La presenza di giochi in legno farà di questo spicchio di terreno un polo di aggregazione per famiglie.

2) Ad Amatrice è nato il Liceo Internazionale dello Sport. Dopo contatto con il sindaco Sergio Pirozzi, è stato concordato che i fondi raccolti saranno utilizzati per l’acquisto diretto di materiale sportivo per la palestra.

3) Nel tratto di Salaria fra Accumoli e Arquata del Tronto, ogni campo di calcio e porzione di terreno pianeggianti sono stati impiegati per l’installazione di moduli abitativi prefabbricati. L’unica eccezione è un centro sportivo in fase di ristrutturazione e riqualificazione nel piccolo abitato di Grisciano. E’ composto da un campo da calcio, spogliatoi e un campo polifunzionale con fondo sintetico. Si sta occupando della ricostruzione l’Associazione Amici di Grisciano. Le strutture saranno a disposizione dei Comuni della valle.

Lo schema per la raccolta è semplice. Ciascun partecipante verserà un importo a partire da 50 centesimi per chilometro percorso: su un totale di 70 chilometri, il contributo sarà di 35 euro a testa.

Non ci saranno tasse di iscrizione e tanto meno ricchi pacchi gara. Tutto quello che sarà raccolto sarà diviso in tre parti e consegnato nelle mani dei tre Sindaci. Nessuna donazione nel mare di associazioni nazionali, ma un contributo concreto (e speriamo cospicuo) direttamente nella mani di chi coordinerà la ricostruzione e ne darà le priorità.