L’ARRIVO

Percorso nuovo, ma stesso arrivo del 2017. Il gruppo rientrerà ad Ascoli Piceno lungo lo stesso Viale Treviri da cui l’ha lasciata e poi, superata Porta Romana, punterà diritto verso il centro.

Perciò, via Dino Angelini, piazza Roma e di qui… occhi aperti.

Come già lo scorso anno, attraverseremo Piazza dell’Arengo passando nella corsia fra i bar e gli stand del Mercatino dell’Antiquariato: un passaggio largo 3,5 metri in un orario in cui solitamente l’attività commerciale cala di intensità e i turisti sono ancora a tavola.

Dopo aver percorso la piazza, ci si infila fra la Cattedrale di Sant’Emidio e il Battistero di San Giovanni, per poi seguire il perimetro del Duomo e voltare a destra in via Dante Alighieri.

Di qui, scalando la rampetta del Jolly (contrada chiamata così dal nome dell’hotel che si incontrerà sulla sinistra) lungo via Alcide De Gasperi e poi nella discesa successiva, si passerà davanti alla chiesa romanica di San Vittore.

Alla fine della discesa, superato il semaforo, si segue verso destra in Corso Vittorio Emanuele e si svolta subito a destra in via delle Terme: quella dell’arrivo.

Alla fine di via delle Terme si troverà come lo scorso anno il deposito custodito delle biciclette.

Le docce, come nelle due edizioni precedenti, si troveranno presso la palestra di pallavolo adiacente il Campo Squarcia (100 metri prima dell’ultimo semaforo, sulla destra).

Il pasta party si svolgerà sotto al Forte Malatesta, l’antico carcere della città, oppure nei locali del Sestiere di Porta Maggiore qualora dovesse piovere.